Lunedì 12 dicembre 2016, dalle ore 06 alle ore 20, ai passeggeri in partenza sarà distribuito un volantino riepilogativo di quanto ammesso nel bagaglio a mano e in quello stiva, degli oggetti proibiti nonché delle corrette modalità da applicare prima di sottoposti ai controlli di sicurezza.
Si invitano i passeggeri a recarsi in aerostazione con congruo anticipo rispetto all’orario di partenza

Documenti

Prima della partenza è importante verificare quali sono i documenti necessari, sia d’identità che sanitari, per entrare nel Paese in cui sei diretto, pena il divieto di ingresso.
Si segnala che alcuni Paesi non riconoscono le carte d'identità cartacee rinnovate con timbro. Tra questi segnaliamo: Croazia, Egitto, Grecia, Marocco, Slovenia, Svizzera, Tunisia, Turchia.
Per maggiori dettagli consultare la scheda del paese interessato su Viaggiare Sicuri e il sito web della Dogana.


AREA SCHENGEN
In seguito alla convenzione di Schengen entrata in vigore nel 1995 sono stati aboliti i controlli interni tra gli Stati firmatari. L’accordo ha consentito di uniformare le procedure di controllo lungo le frontiere ed ha inoltre comportato l’adozione di norme comuni in materia di visti e diritto d’asilo al fine di consentire la libera circolazione delle persone all’interno dei Paesi firmatari.
I passeggeri che hanno scelto come destinazione uno Stato dell’area Schengen dovranno esibire un documento d’identità in corso di validità e valida per l’espatrio. I Paesi che applicano pienamente gli accordi di Schengen sono: Austria, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Grecia, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria; si aggiungono infine Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Croazia e Svizzera (che non appartengono ancora totalmente alla UE).
La Svezia, l’ultimo Paese ad avere aderito agli accordi di Schengen, ha aperto le sue frontiere terrestri nel 2008 e quelle aeree alla fine di marzo 2009. Irlanda e Regno Unito non hanno sottoscritto l’accordo.
Cipro, che ha aderito all’UE nel 2004, la Bulgaria e la Romania, che vi hanno aderito nel 2007, non partecipano ancora totalmente all’accordo di Schengen.
Avrai quindi bisogno di esibire un passaporto o una carta d’identità validi per recarti in questi Paesi. La patente di guida non è valida per l'espatrio. Per ulteriori informazioni visita il sito del Ministero degli Affari Esteri.