Si invitano i passeggeri a recarsi in aerostazione con congruo anticipo rispetto all’orario di partenza

Gestione ambientale

SACBO è in possesso fin dal 2008 della certificazione ambientale sulla base della normativa ISO 14001 a seguito dell’iter ispettivo condotto presso l’Aeroporto dall’Ente certificatore TUV. Un attestato di conformità che completa un percorso di costante attenzione all’ambiente e al territorio finalizzato a garantire la compatibilità delle attività aeronautiche nel quadro del piano di sviluppo dello scalo bergamasco.

Il processo di certificazione ha avuto inizio nel mese di settembre 2007 e ha richiesto procedure di gestione e controllo atte a riscontrare livelli di performance che, ai fini del rilascio dell’attestato, devono risultare superiori a quelli minimi previsti dalle normative vigenti in un’ottica di continuo miglioramento. La certificazione ambientale ISO14001 - che va ad affiancarsi a quella per la Qualità ISO9001 ottenuta da SACBO nel 2001 - pone l’Aeroporto di Bergamo Orio al Serio al livello degli aeroporti più avanzati in campo europeo ed internazionale sul piano dei servizi, operativo ed infrastrutturale.

A fianco alla gestione e monitoraggio delle componenti rumore ed aria, SACBO gestisce anche tutti gli altri aspetti ambientali interessati dalle attività dell’aeroporto, quali:

  • Rifiuti
  • Acqua
  • Suolo
  • Campi elettromagnetici
  • Inquinamento luminoso
  • Consumo di risorse
  • Ecosistema
  • Mobilità
  • Comunicazione col Territorio

Altri aspetti ambientali

A fianco alla gestione e monitoraggio delle componenti rumore ed aria, SACBO gestisce anche tutti gli altri aspetti ambientali interessati dalle attività dell’aeroporto, quali:

  • Rifiuti
  • Acqua
  • Suolo
  • Campi elettromagnetici
  • Inquinamento luminoso
  • Consumo di risorse
  • Ecosistema
  • Mobilità
  • Comunicazione col territorio

RIFIUTI

Considerando i quasi 9 milioni di passeggeri transitati nel 2013, l’aeroporto di Orio al Serio potrebbe essere paragonato ad un Comune di 24.000 abitanti che producono rifiuti da smaltire e per i quali la Società di gestione ha creato un Centro Raccolta Rifiuti differenziati dedicato all’interno del proprio sedime e gestito dal Comune di Orio al Serio. SACBO e gli altri operatori aeroportuali producono inoltre rifiuti speciali che sono smaltiti correttamente, non senza un grosso impegno ed attenzione, attraverso  apposite procedure.

L’aeroporto di Orio al Serio gestisce i rifiuti in modo da favorire il riciclo anziché lo smaltimento. All’intero ed all’esterno dell’aerostazione, nelle aeree amministrativa ed operativa vengono raccolti separatamente carta e cartone, plastica, vetro e lattine, nonché una frazione di rifiuti non differenziabili.

ACQUA

SACBO è in possesso delle necessarie autorizzazioni allo scarico previste dalla normativa ed effettua periodicamente analisi sia delle acque destinate al consumo umano (es. rifornimento aeromobili) sia degli scarichi di acque domestiche e meteoriche.

SUOLO

Per prevenire il potenziale rischio di sversamenti accidentali nelle aree operative SACBO ha predisposto specifiche procedure operative che prevedono di impedire che gli sversi vadano a contaminare la rete di raccolta delle acque meteoriche. Le aree interessate vengono quindi bonificate con l’utilizzo di sostanze oleoassorbenti, che sono poi smaltite quali rifiuti speciali.

CAMPI ELETTROMAGNETICI

Il controllo delle sorgenti di campi elettromagnetici non ha rilevato alcun superamento dei limiti di esposizione previsti dalla normativa vigente. In particolare, i bassi valori evidenziati dalle misurazioni effettuate garantiscono la massima tranquillità ai passeggeri in transito e ai lavoratori dell'aeroporto.

INQUINAMENTO LUMINOSO

Il Piano della Luce Aeroportuale redatto da SACBO nel 2006 prevede la sostituzione di parte dell’impianto luminoso dell’aeroporto utilizzando tecnologie e sistemi di illuminazione a basso impatto come prescritto dalla L.R. n. 17 del 27 marzo 2000.

CONSUMO DI RISORSE

Lo scopo di SACBO è la diminuzione dei consumi introducendo misure e nuove tecnologie che aumentino l’efficienza energetica e ottimizzino l’utilizzo di acqua.

Questa attenzione è testimoniata da attenti studi in fase di progettazione riguardanti l’efficienza energetica delle nuove costruzioni.

I consumi energetici di un aeroporto sono scarsamente dipendenti dal numero di passeggeri transitati e dal traffico, poiché sono per lo più collegati al mantenimento dell’operatività dell’intera struttura. Infatti, elettricità, gas e acqua vengono utilizzate, per illuminare, riscaldare, raffreddare nonché per i servizi pubblici all’interno degli uffici dell’aerostazione.

ECOSISTEMA

Al fine di garantire la sicurezza dei passeggeri a terra, degli aeromobili, del personale, e dell’equipaggiamento di terra, SACBO verifica costantemente la presenza di fauna senza però alterare l’ecosistema nell’intorno aeroportuale, in modo tale da prevenire ogni potenziale pericolo.

MOBILITÀ

In ottemperanza alla normativa vigente, SACBO ha nominato un Mobility Manager allo scopo di ottimizzare la mobilità aeroportuale, in collaborazione con le realtà istituzionali, primo tra tutti il Mobility Manager d’Area della Provincia di Bergamo.

COMUNICAZIONE COL TERRITORIO

Al fine di salvaguardare l’ambiente anche la comunicazione gioca un ruolo fondamentale, veicolando all’esterno i risultati tangibili di questo impegno. Il Bollettino Ambientale diventa così un’occasione preziosa per creare un momento di dialogo con i propri stakeholder.

Il sito internet aziendale è costantemente aggiornato con informazioni riguardo l’impatto ambientale, ed è il canale privilegiato di SACBO per mantenere un costante contatto col Territorio.