Si invitano i passeggeri a recarsi in aerostazione con congruo anticipo rispetto all’orario di partenza

Storia

L’Aeroporto di Milano Bergamo è oggi il terzo aeroporto italiano per merce aerea trasportata, e leader di mercato nel sud Europa per la tipologia “Corrieri Espressi”.

L’aeroporto si trova al centro della Lombardia, la regione più industrializzata d’Italia, ed in una posizione baricentrica rispetto alla parte centro meridionale dell’Europa. Entro un raggio di 90 minuti è prodotto oltre il 25% del PIL Italiano. La collocazione di fronte all’autostrada A4 consente ai flussi di merce in arrivo e in partenza di raggiungere agevolmente i principali centri logistici Italiani e i clienti finali, riducendo al minimo le tempistiche di viaggio.

I costanti miglioramenti apportati negli anni alla qualità dei processi operativi di scalo e la presenza di operatori leader mondiali di settore nella gestione delle operazioni di trattamento delle merci in arrivo ed in partenza fanno di Bergamo il gateway ideale del trasporto aereo delle merci. Fin dai primi anni di attività commerciale, la movimentazione delle merci aeree assume rapidamente enorme valore strategico per il bacino d’utenza dell’aeroporto. Le merci trattate dai vettori courier rientrano nella categoria dei documenti e piccoli pacchi, dei prodotti farmaceutici e dei ricambi, tutti accomunati dalla specifica della consegna urgente e rispondenti a processo logistico sicuro e garantito e negli ultimi anni sta crescendo esponenzialmente il settore dell’e-commerce.

DHL, 40 anni di attività a Milano Bergamo

DHL Aviation è il primo dei grandi corrieri espresso ad operare sullo scalo di Milano Bergamo, approdandovi nel 1976 per poi consolidare nel tempo la propria attività e contribuendo a rafforzarne il ruolo nel settore specializzato. Nel 1994 DHL Aviation trasforma il gateway in un centro di smistamento e transito con dimensioni di hub, alimentando il flusso dei piccoli colli di provenienza e destinazione locale. L’impiego di velivoli wide-body consente di convogliare grandi quantità di pacchi e rispondere alla domanda crescente di affidamento delle spedizioni che necessitano di procedure semplificate e consegna rapida.

DHL Aviation contribuisce in modo rilevante a fare dell’aeroporto uno dei più importanti centri di movimentazione delle merci aeree di tipologia courier. Un rapporto di lunga durata che consente di garantire la continuità di un’attività ad alto valore strategico per l’economia del territorio, con mantenimento dei livelli occupazionali diretti e indiretti, e rispondere alle aspettative di mitigazione dell’impatto ambientale relativamente alla riorganizzazione dell’operatività notturna.

DHL Aviation, parte integrante del network DHL per i collegamenti giornalieri aerei internazionali, ottiene per prima la certificazione “Full”, ovvero il massimo riconoscimento che unisce i vantaggi della certificazione AEOC, operatore economico autorizzato per le semplificazioni doganali, e della certificazione AEOS, operatore economico autorizzato per la sicurezza. Tali certificazioni consentono lo snellimento delle procedure di sdoganamento, diminuzione di costi di gestione e godimento dei benefici operativi.

Da giugno 2012 al 2014 è stata svolta attività di handling a supporto dell’aeromobile Boeing 777 della compagnia Aerologic (gruppo DHL), in servizio sulla rotta con Hong Kong.
Oggi la struttura DHL, ridenominata DHL EXPRESS ITALY, ha un accordo di collaborazione con SACBO fino al 2018.

UPS, principale gateway aeroportuale in Italia

La struttura di UPS, presente in aeroporto dal 1989, costituisce il principale gateway del corriere espresso in Italia, che nel corso del tempo ha assunto un valore estremamente importante a livello territoriale in termini di sviluppo e di occupazione. Tutte le spedizioni aeree internazionali di UPS in partenza e arrivo dal nord-ovest passano attraverso lo scalo bergamasco, collegato allo hub aereo di Colonia/Bonn, dove ha sede il più grande centro di smistamento di UPS in Europa.

Sull’aeroporto il corriere espresso dispone di una struttura operativa dotata di tecnologie all’avanguardia per il controllo e la movimentazione, con una capacità di smistamento costantemente adeguata ai bisogni e un’area interamente dedicata allo screening dei pacchi grazie ad una serie di sofisticate apparecchiature radiogene. Oltre a garantire standard di efficienza e sicurezza, UPS ha sempre dimostrato la massima flessibilità nel programmare la propria attività in coerenza con le esigenze locali. Si tratta di un valore strategico di grande rilevanza per il sistema di imprese e società che si affidano al servizio della consegna urgente e più in generale per tutte le attività di relazione con partner e mercati esteri.

Dopo aver avviato i collegamenti con velivoli di medio cabotaggio, come i Fokker 28, UPS introduce nei primi anni ‘90 aeromobili 727 di grande capacità di carico, rimotorizzati e ricondizionati secondo le normative tecniche rispondenti alle disposizioni vigenti a livello europeo ed internazionali sul contenimento del rumore e il miglioramento dell’efficienza aerodinamica.

Negli anni seguenti UPS impiega velivoli sempre più performanti, affidandosi a flotte di nuova generazione e scegliendo macchine trasformate e modernizzate, come i velivoli Boeing 767-200, con una capacità di carico utile di 42 tonnellate e con un’autonomia di oltre 5.000 km senza scalo.

Sull’aeroporto è stata basata, dal 1982 fino alla cessazione dell’attività nel 2014, anche la compagnia aerea cargo Miniliner, specializzata nel trasporto di piccoli pacchi postali. Negli anni ’80 e ‘90 si è registrata, inoltre, la presenza di TNT e Federal Express.